Il diritto di sincronizzazione non è della SIAE

In tema di protezione del diritto di autore e con riferimento alle opere musicali, l’art. 180 LDA non autorizza la SIAE a concedere il diritto alla «sincronizzazione» delle opere musicali attraverso la loro diffusione coniugata – in via elettronica – con le immagini, nei vari format in cui esse vengono telediffuse.

Infatti, il contratto con il quale la SIAE, ai sensi dell’art. 180 LDA, dà «licenza» per l’utilizzazione delle opere musicali del proprio repertorio in favore di un’impresa radio-televisiva, non comporta l’inclusione della sua utilizzazione nell’ambito di uno sceneggiato televisivo (o fiction) per il tramite della c.d. tecnica di «sincronizzazione» dell’opera musicale con le immagini televisive.

Così si è espressa la Suprema Corte di Cassazione superando ogni dubbio interpretativo dell’art. 180 LDA (sentenza).

Cass. civ. Sez. I, Ord., (ud. 20-09-2017) 12-12-2017, n. 29811

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *